Transports in London: the London tube

Metropolitana di Londra

La metropolitana di Londra

La metro di Londra, meglio conosciuta dai suoi abitanti come “The Tube”, il tubo o ancora London Tube per la sua forma a sezioni circolari, è diventata nel corso dei secoli il simbolo della capitale inglese.

La London Underground, inaugurata il 10 gennaio del 1863 con la tratta Paddington e Farringdon Street, vanta di essere la prima metropolitana costruita al mondo. Negli anni successivi, molti furono gli sforzi compiuti per allargare e rendere la metro londinese la più grande in Europa e terza nel mondo. Infatti la Tube possiede 11 linee della metro, occupa una superficie di 402 km e conta 270 stazioni sparse sul territorio londinese. Si calcola che trasporti in media 5 milioni di passeggeri ogni giorno.

In questo articolo ti fornirò tutte le informazioni necessarie per poter viaggiare a bordo della metro di Londra e approfittare di questo servizio che, seppure ‘anziano’, ha saputo adeguarsi così bene ai tempi da diventare una delle metropolitane migliori al mondo.

Metro Londra: Mappa

Se vuoi iniziare a conoscere la Tube e le sue linee colorate, e quindi diventare un esperto di questo immenso tubo sotterraneo, ti consiglio di studiarti a fondo la sua mappa.

mappa della tube di londraGeneralmente questa così come la vedi, è la mappa ufficiale della Metropolitana di Londra. Sul lato sinistro puoi vedere la legenda, alcuni simboli che troverai nella mappa così da poterla capire meglio. Sul lato destro invece, sono elencate le varie linee, contraddistinte ognuna dal suo proprio colore. Ti basterà cercare il colore della linea di tuo interesse e seguire le varie stazioni di passaggio. Esiste anche una mappa della metropolitana di Londra notturna, ti suggerisco di darle un’occhiata, sono certo che ti servirà.

Recentemente ho scoperto che esiste pure una mappa interattiva molto simpatica che indica il movimento live dei vari vagoni della Tube ricreata da un amante della Metropolitana.

IL CONTO CORRENTE CHE OFFRE STERLINA E EURO: MONESE

Metro Londra Orari

La Metro di Londra, come già menzionato, è formata da 11 linee i cui orari di apertura e chiusura variano a seconda del tragitto di percorrenza. Approssimativamente possiamo affermare che la metro circoli dalle 5 del mattino alla 1 di notte. Per quanto riguarda la frequenza, le corse sono regolari e avvengono con diversi intervalli. Questi ultimi dipendono dalle linee e dagli orari. Durante la peak-hour (ora di punta) sulle linee principali si possono avere treni ogni 1 – 2 minuti, mentre “off peak” (fuori dall’ora di punta), anche ogni 10 – 15 minuti, ma con una media attorno ai 5 minuti.

Da agosto 2016 le linee Central, Jubilee, Northern, Piccadilly e Victoria, effettuano un servizio 24/h durante i weekend. Le linee che effettuano il servizio notturno hanno una frequenza di 10 – 20 minuti, anche questa varia a seconda della tratta, ad esempio, alcune diramazioni della Central non effettuano servizio notturno (North Acton e West Ruislip, Loughton e Epping, and Woodford e Hainault).

APRI UN CONTO CON OMIO E RICEVI 10 EURO DI SCONTO SUL PRIMO VIAGGIO

Tutte le linee sono aperte la notte di capodanno e il servizio è gratuito dall’una alle sei del primo gennaio.

Orari di inizio e fine corsa per ogni linea cambiano a seconda della fermata e della tratta precisa. Per maggiori informazioni vi invito a cliccare su questo link e scaricarvi gli orari che vi servono. Qualora si dovessero effettuare lavori di manutenzione all’ interno delle stazioni, questi vengono effettuati durante il weekend e potrebbero causare cambiamenti nel regolare funzionamento. Spesso gli eventuali lavori vengono comunicati con fogli attaccati alle stazioni ed annunci vocali in metro, quindi ti invito sempre a prestare attenzione per evitare spiacevoli inconvenienti.

Metro Londra: Metodi di pagamento e tariffe

Le tariffe della London Tube sono stabilite dalla TFL (Transports for London) e dipendono dalla zona e dagli orari:

  • Zona: Londra è divisa in 9 zone e il costo dei biglietti dipende dalla zona di partenza e da quella di arrivo. Alcune fermate della metro di Londra possono essere al confine tra due zone. In questo caso, si applica la tariffa più economica. Per esempio, se si viaggia da zona 2 ad una fermata al confine tra zona 2 e 3 la fermata verrà considerata zona 2.
  • Orario: I costi variano a seconda dell’orario. Durante le ore di punta (6.30 – 9.30 e 16 – 19 dal lunedì al venerdì) si ha una tariffa maggiore. Le corse notturne applicano una tariffa non maggiorata.

Un altro fattore che influenza le tariffe della Tube, è il metodo di pagamento usato benché tutti i metodi non offrano un costo modesto. Preparati perché la metro londinese è costosa rispetto a quella di altre capitali europee. Di seguito, un elenco per mostrarti i metodi di pagamento che si possono utilizzare sulla London Tube.

Come pagare sui mezzi di trasporto di Londra?

  • Paper tickets: Sono I biglietti di carta e possono essere giornalieri, settimanali e di gruppo. Questi si fanno alle stazioni metro e sono i più costosi. Inoltre per alcune tratte che includono l‘uso del treno, è necessario fare un biglietto cartaceo con foto- tessera annessa. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito della TFL.
  • Oyster card: è una carta ricaricabile stile fototessera che ogni londinese ha e permette di viaggiare a tariffe più vantaggiose. Per saperne di più ti invito a dare un’occhiata al nostro articolo dedicato alla Oyster Card.
  • Contactless Card: Da pochi anni è possibile pagare i viaggi giornalieri, “Pay as you go”, cioè con una carta di credito o debito contactless. Se la tua carta possiede questa opzione, tutto quello che dovrai fare sarà appoggiarla all’entrata e all’uscita sul lettore giallo presente in tutte le stazioni metro. Il costo del viaggio ti verrà quindi addebitato sul conto associato a quella carta.
  • Apple Pay: è il metodo di pagamento della Apple che consente di effettuare pagamenti contactless tramite iPhone (dal 6 in poi) e da Apple Watch. Questo metodo, ti permette di entrare ed uscire dalla metro poggiando il tuo iPhone o watch sul lettore giallo, presente ai tornelli della metro. Per utilizzarlo dovrai prima collegarlo alla tua carta di credito (assicurati che la tua banca o la carta che hai lo consenta). Questo metodo è applicabile solo alle corse singole e giornaliere. Le tariffe sono quelle stabilite da Transports for London e variano in base alle zone e all’orario. Per saperne di più, ti consiglio di visitare il sito della TFL su Apple Pay.
  • Google Pay: è sempre un metodo di pagamento contactless, questa volta però firmato Google. Per sapere se il tuo dispositivo Android ti permettere di utilizzarlo, devi solo vedere se ti è possibile scaricarlo dal tuo Google Play. Una volta compiuto il download bisognerà collegare questa app alla tua carta. Ciò ti permetterà di effettuare diversi pagamenti contactless tra cui quello per la metro di Londra o London Tube, se preferisci. Ricordati sempre di verificare se è compatibile con questi nuovi metodi di pagamento. Cosi come l’Apple Pay, non puoi usufruire di abbonamenti mensili e settimanali.
  • Mobile contactles: Alcune banche permettono di scaricare le loro app sul cellulare e poter pagare contactless tramite quelle. Sulla London Tube, si possono utilizzare le carte della Barclay (Barclaycard or debit car) collegate alla relativa app (Barclaycard or Barclay mobile banking app).
Le migliori università del mondo si trovano in Inghilterra. Scopri tutti i dettagli su come effettuare l’iscrizione

Per tutti i metodi contactless è possibile creare un account sul sito della TFL e collegarlo con il metodo contactless scelto (Oyster compresa). Questo ti permetterà di monitorare tutti i viaggi e le spese fatte sulla metro di Londra. Per i viaggi effettuati, il “Pay as you go”, è molto importante tener presente il concetto del capping, il limite massimo di spesa che verrà addebitata, raggiungibile al giorno e a settimana. Per una spiegazione ancor più esaustiva del concetto ti invito a leggerti il nostro articolo sulla Oyster.

Metro Londra: Sicurezza

Essendo la London Tube uno snodo fondamentale della capitale, questa ha avuto bisogno di implementare forti misure di sicurezza. Tutte le stazioni sono munite di telecamere e più di 2000 poliziotti sono spesso disposti a presiedere la metro londinese per riportare ed evitare atteggiamenti contrari alla legge. Dopo i diversi attentati terroristici, gli addetti ai servizi sono inoltre stati istruiti tramite corsi di sicurezza per saper cosa fare in caso di necessità. Numerose sono poi le attenzioni verso i clienti della Tube per evitare incidenti minori e non. Nella Tube londinese risuonano con cadenza sistematici ammonimenti come il celebre “mind the gap”, cioè prestare attenzione allo spazio che separa la banchina dal vagone della metro, “il riportare qualsiasi oggetto incustodito al personale competente”, “fare attenzione a borseggiatori”, o in caso di pioggia, “fare attenzione al pavimento scivoloso”.

È importante ricordarsi per la propria sicurezza e per una questione di “galateo” metropolitano di tenere la destra sulla scala mobile per lasciare il passaggio libero. In conclusione possiamo affermare che la metro di Londra è sicura e offre un ottimo servizio per le persone che ci vivono e per quelle che semplicemente la vogliono visitare.

Speriamo, dunque di avervi fornito informazioni utili sulla London Tube, per qualsiasi domanda o perplessità sulla metro di Londra vi invitiamo a lasciare un commento sotto e nel frattempo vi auguriamo un “safe journey”!

Transports in London: airports – how to get to airports

Aereo Air British in volo

Aeroporti Londra. Una guida completa per destreggiarsi meglio

Gli aeroporti di Londra sono nove, cinque principali e quattro secondari. Uniti insieme, questi aeroporti creano il servizio aereo più trafficato al mondo in termini di numero di passeggeri ed il secondo in termini di movimento aereo.

In questo articolo, tratterò i cinque principali aeroporti di Londra, fornendoti tutte le informazioni necessarie per scegliere l’aeroporto più adatto alle tue esigenze.

Quali sono gli aeroporti più importanti a Londra?

1. London City Airport (LCY)

Il London City Airport è situato nel quartiere di Newham a pochi chilometri dalla city, dalla quale prende il nome. Per la sua vicinanza alla city e a Canary Wharf questo, fra gli aeroporti di Londra, è quello usato maggiormente per i viaggi d’affari e collega Londra al resto dell’Europa. L’aeroporto possiede una sola pista di decollo e per questo motivo, non sono ammessi aerei di grandi dimensioni. L’unica tratta intercontinentale permessa dal 2009 è quella per New York. Viene eseguita dalla British Airways.

 Trasferimenti da London City airport

  • La DLR (Docklands Railway) è un metodo veloce ed economico per giungere presso l’aeroporto (situato in Zona 3) usufruendo della tua Oyster Card e dei servizi pubblici londinesi.
  • Bus 473 e Bus 474
  • Taxi, il cui costo si aggira intorno £45. Per trovare la tariffa migliore ti consiglio però di visitare il sito di Minicabit.

Fra le compagnie che collegano questo aeroporto all’Italia troviamo solamente l’Alitalia con voli da Milano e Roma. Puoi anche leggere la lista completa delle altre compagnie e destinazioni.

Vorresti una guida che ti aiutasse a capire cosa devi fare quando viaggi nel Regno Unito passo passo?

2. Heathrow (LHR)

L’aeroporto di Heathrow è situato nel quartiere di Hillingdon ed è il più grande fra gli aeroporti di Londra. Esso, con i suoi 5 terminal, è soprattutto usato per i voli intercontinentali, sia di piacere che di affari.

Trasferimenti da Heathrow:

  • Tube: La Piccadilly line arriva direttamente ai terminal. Per il viaggio viene applicata la normale tariffa in vigore per la zona 6, trovandosi l’aeroporto in quest’ultima. Se vuoi sapere di più sulla metro di Londra, ti invito a dare un’occhiata al nostro articolo sulla metro.
  • Heathrow Express: Passa ogni 15 minuti e collega l’aeroporto con la stazione di Paddington. Il biglietto si può comprare sul treno e costa £27 per la sola andata e £42 andata e ritorno, ma conviene comprarlo online per risparmiare. Infatti in questo caso il costo è di £20-22 (dipende se ora di punta o no) e £37 andata e ritorno. Puoi acquistare i biglietti dell’Heathrow Express online.
  • Treno TFL: Passa ogni 30 minuti dai terminal 1, 2, 3 e 4 e collega l’aeroporto alla stazione di Paddington, nella zona 1, nord ovest di Londra.
  • Bus 285 e 490 per Feltham: la durata è tra i 10-12 minuti e il costo di un biglietto singolo è inferiore a £ 5.
  • National Express per Woking: è una delle corriere nazionali inglesi che si occupa di trasferimenti dagli aeroporti a Londra. Fa fermate intermedie e la durata del tragitto è di 50 minuti, il costo è di £10.50.
  • Green Line per Watford Junction: la frequenza è oraria, e il tempo di viaggio è di circa 45 minuti. Il costo è di £15.
  • RailAir per Reading: la frequenza è ogni 20 minuti, la durata si aggira attorno ai 45-50 minuti. Il costo è di £16.
  • Taxi: il costo naturalmente dipende dalla distanza della destinazione. Per il caso di Londra zona 1 la forbice del prezzo varia tra i £50 ed i £90 mentre il tempo di percorrenza tra l’ora e l’ora e mezza.

Le compagnie aeree che effettuano voli da Heathrow per l‘Italia sono la  British Airways e Alitalia. Insieme danno una copertura a destinazioni posizionate in tutto lo Stivale. Per maggiori informazioni ti invito a visitare il sito dell’aeroporto di Heathrow.

3. Gatwick (LGW)

È situato nel west Sussex ed è il secondo aeroporto più trafficato in UK e l’ottavo nel mondo. È l’hub principale della Easy Jet, la principale compagnia low cost inglese.

Trasferimenti da Gatwick:

  • Gatwick Express per Victoria Station: effettua una partenza ogni 15 minuti ed impiega 30 minuti per raggiungere la sua destinazione. Non effettua fermate intermediate ed il suo costo varia tra i £15 e i £20 a seconda dell’anticipo, orario, e numero di biglietti acquistati.
  • National Express per Victoria coach station: Questo bus ha una frequenza di 15 minuti ed un tempo medio di percorrenza di 1h 30min – 2h. Il prezzo del servizio si aggira tra i £6-10. Per acquistare i biglietti è consigliato il portale online per evitare eventuali file alla biglietteria e usufruire di sconti e promozioni. È tuttavia anche possibile acquistare il biglietto direttamente stazione e all’aeroporto.
  • Easybus per Londra Chelsea: Questo coach parte ogni 15 minuti. I biglietti hanno un costo compreso fra i £2 e i £10 a seconda di quando si acquistano i biglietti. Il viaggio per arrivare a Chelsea è di un’ora, un’ora e mezza.
  • Taxi: il tempo medio di viaggio è di poco più di un’ora da Londra centro, mentre il costo si aggira fra i £100-120.

Le principali compagnie low cost che volano da Gatwick in tutta Italia sono low-cost Easy jet e Ryanair. Per maggiori informazioni sulle altre rotte e compagnie aeree visita il sito dell’aeroporto.

4. Luton (LTN)

Situato nel Bedfordshire, è il quarto aeroporto di Londra per grandezza e numero di passeggeri. Il maggior numero di voli sonooperati da WizzAir e Easy Jet, ma anche Ryanair offre vantaggiosi servizi per l’Italia con partenze da questo aeroporto.

Trasferimenti dall’aeroporto di Luton:

  • Treno per Blackfriars: Questo treno passa ogni 10 minuti e impiega 40 minuti per raggiungere la stazione di Blackfriars, situata al centro di Londra. Il prezzo di questo servizio è di £16.90, sola andata.
  • National Express per Victoria coach station o Paddington: Il tragitto per Londra centro è circa di 1 ora e 25 minuti. Un biglietto costa fra £9-11.
  • Terravision per Victoria Station: Il costo è di £ 11 e il tempo impiegato è di un’ora e mezzo circa.
  • Green line per Victoria: Il tempo è attorno a un’ora e mezza, mentre il costo è di £11 per l’andata di £17 per un biglietto che comprende anche il ritorno.
  • Taxi: per raggiungere Londra centro impiega circa un’ora e il costo si aggira tra gli £80-100.

Le compagnie che effettuano tratte da Luton per tutta Italia sono Ryan Air and Easy Jet, mentre la Wizz Air ha voli solamente per Bari e Verona. Per ulteriori compagnie e tratte visita il sito dell’aeroporto di Luton.

5. Stansted (STN)

Situato in Essex, l’aeroporto di Stansted è Il quinto aeroporto per traffico aereo nel Regno Unito e base principale della regina delle compagnie low cost in Europa: la Ryanair.

Trasferimenti da Standsted

  • Stansted Express per Liverpool Station: Il biglietto ha un costo di £20 circa ed è possibile farlo sia in stazione che online. Il treno per giungere alla stazione di Liverpool street ci impiega 40 minuti.
  • National express per Victoria Coach Station: Il tempo di durata del tragitto è di 1h.45 minuti. Il costo della corsa è di £14.
  • National express per Liverpool Street: La durata del trasferimento è di 1h.15 minuti. Il costo del viaggio è di £12.
  • Terravision per Liverpool Street: il costo della corsa è di £9 ed il tempo di percorrenza è di un’ora.
  • Terravision per London Victoria coach station: il costo de trasferimento è di £9. La durata del viaggio è di un’ora, un’ora e mezzo.
  • Taxi: Costo £70-100.

Le principali compagnie che collegano la capitale inglese con l’Italia dall’aeroporto di Stansted sono Ryanair, Eurowings e Easyjet. Tutte insieme offrono una copertura completa di tutta l’Italia. Per ulteriori informazioni su altre compagnie e tratte disponibili da Standsted, clicca su questo link.

Devi recarti nel Regno unito e hai bisogno di cambiare dei soldi nella moneta locale?

Cambiare soldi in aeroporto in una agenzia di cambio moneta (Exchange agency, ad esempio Money Corp) è senz’altro un sistema comodo e veloce, ma è anche uno dei meno convenienti per via delle alte commissioni.

Il consiglio che ti diamo è di essere totalmente organizzato ancora prima di partire in UK. Dotati di una carta di debito come Monese o Borderless (offerta da TransferWise) che puoi ottenere molto facilmente cliccando sui link di sopra e ti consentono di fare acquisti (online e in negozio) e prelevare sterline a un tasso di scambio bassissimo e con una commissione di prelievo trascurabile. Tra le due carte, veri e propri conti bancari, Monese permette di aprire il conto senza proof of address.

Se hai intenzione di comprare un biglietto dell’autobus che ti porta dall’aeroporto in città, puoi acquistarlo direttamente on-line prima di arrivare per due motivi:

  • Ha un prezzo inferiore rispetto all’acquisto in loco.
  • Per non correre il rischio di trovare tutto esaurito nella corsa che pensavi di prendere.

Gli autobus da noi suggeriti sono Terravision e National Express.

Prenotare un volo per uno degli aeroporti di Londra

Se vuoi cercare un volo conveniente per partire o raggiungere uno degli aeroporti di Londra, ti consiglio di utilizzare SkyScanner. Questo sito permette, infatti, di comparare diverse soluzioni di viaggio in base a loro prezzo, durata e compagnie aeree disponibili per la tratta scelta. È un modo veloce e pratico per scegliere il viaggio più conveniente ed adatto alle proprie esigenze.

L’articolo sugli aeroporti di Londra termina qui. Se hai qualche domanda o vuoi lasciarci anche un semplice commento, scrivi qui sotto e saremmo lieti di risponderti al più presto.

Nel frattempo ti auguriamo un buon viaggio!

How to import a car into the UK?

Macchine in coda in una strada di citta'

If you visit or move to England and want to import and continue driving your vehicle, the are some rules to respect. Let’s find out in this article how to bring a vehicle to the UK  and what to do if you move permanently.

If you are a tourist

If you visit England temporarily, bringing your vehicle to the UK is very easy and, in most cases, you will not be asked for anything. The conditions are:

  • Visit England but don’t expect to live there;
  • The vehicle is registered and taxed in any EU country;
  • Use the vehicle for a maximum of six months (it can be six consecutive months or more short visits lasting a maximum of six months within 12 months).

There are additional conditions if the vehicle you bring to England is not EU registered. They are:

  • The vehicle is for your private use;
  • You are not a resident of England or an EU country;
  • You do not sell, lend or rent your vehicle in England or in the EU;
  • The vehicle will leave England and the EU within six months (unless you have received an authorization allowing you to keep the vehicle longer).

If the police stop you for a check, you will have to prove that you are a tourist and therefore exempt from taxes. So make sure you always have a document with you indicating your date of entry into the country (for example, the ferry ticket).

If the age or identity of your vehicle is in doubt, you will have to ask DVLA for a temporary license plate, called temporary Q number plate.

Fiat 500 rossa parcheggiata in un cortile

If you stay for more than six months and / or become a British resident

The situation becomes more complex if you stay longer than six months or if you become a British resident and want to bring your vehicle with you. The first steps to complete are:

  • Declare your vehicle to HMRC within 14 days of arrival to avoid fines;
  • Pay the VAT and other taxes if the HMRC requests it from you (prices may vary a lot: call telephone support if you want to know how much you could pay);
  • Obtain the approval of the vehicle to prove that it meets environmental and safety standards (the cost is £ 100);
  • Register your vehicle with DVLA (Driver and Vehicle Licensing Agency) and pay the fees due (£ 55) – they will give you a registration number so that you can receive your new British plate.

This last point is perhaps the most complex, with several forms to fill out and with a waiting time of about six weeks. The documents to send are:

  • Vehicle approval documents;
  • Form V267;
  • A document showing when you took the vehicle (e.g. an invoice);
  • The original foreign registration certificate to verify the vehicle’s manufacturing date (this certificate will not be returned to you).

The vehicle tax must be paid every year.

Also know that, in most cases, there is no need to convert your foreign driving license, even if you become a British resident. Read our article to find out more.

Become British resident. Apply for Settled Status

Insurance

Once you have completed all the bureaucracy to receive the English plate, you will need to insure your vehicle in order to legally drive on British roads.

If you are a novice driver, prepare yourself at a very salty cost: on average £ 1544 per year for under 25. This is more than triple if we consider the national average of £ 471 per year (in 2018). You can use one of the best comparison sites to find the lowest rates.

Before driving, you will also need to pass the MOT (about £ 50, to be done every year), change the speedometer (to get the speed in miles) and the position of the headlights.

Is it worth bringing your car or should you buy one on the spot?

For simplicity, most of people buy a car directly in England, but in terms of costs the difference is minimal. The choice also depends a lot on the place where you are going to live: London tries to minimize the number of cars that circulate in the city, imposing a daily tax to be able to transit with a vehicle in the limited traffic areas. Public transportation in England is excellent, allowing you to travel virtually anywhere without having to buy a vehicle.

To bring your vehicle to the UK, the options are as follows:

Ferry

One of the most chosen options is to drive your car to England. In Calais, in northern France, you can take the ferry to Dover and drive from there to your destination. The cost of the journey is around 50 euros, book well in advance in order to pay less. To the cost of the ferry you will have to add the cost of fuel and the highway (a hundred euros to travel throughout France, in addition to the cost of the journey from your country).

Eurotunnel

This is another option for those who wish to drive their own car. Departing from Calais, the train will take you to Folkestone in 35 minutes. The price varies from 70 to 90 pounds, and even in this case we advise you to book well in advance.

Transporters

This option is the most convenient for those who are already in England, as well as the most expensive. The price will be calculated based on your vehicle and the length of the journey. Costs are between € 1,000 and € 1,500, while waiting times are around two weeks from the day of booking. You can receive a free quote and request more information on the service on this site .

Are you undecided whether to bring your car or take one on the spot? Write in the comments!

Using your foreign driving license in the UK

Guidare nel Regno Unito con la patente italiana

Is it possible to use a foreign driving license in the UK?

The first question that drivers ask themselves when going to another country is generally “can I drive with my driving license in another country?”

As for England and Great Britain, the answer is yes.

Let’s go step by step and start with a short test to see if we can drive in the UK with our foreign driving license.

Note: You automatically become an English resident if you have been living in the UK for at least 183 days but you can drive even if you are a visitor for a limited period. You can drive with your foreign driving license up to the age of 70.

Convert your foreign driving license into an English driving license

If your driving license is nearing expiry date, you can decide to renew it or convert it with an English driving license. Although it is possible to drive with a foreign driving license in the UK, having an English driving license has its advantages.

I recommend you go to the government website where you will be asked to answer a few questions to find out if in your specific case it is necessary or not to convert your license.

Use this tool to find out if you need to convert your driving license into an English driving license

Exchange a foreign driving licence - TEST

All European citizens can drive in the UK with their driver’s license, either they are visiting or living in the UK.

You can convert your foreign driving license into an English driving license only if you are resident in Great Britain (i.e. if you spend more than 185 days in a row in the country). Converting your driving license is not mandatory: by law all driving licenses issued by a member state of the European Union are valid in England (in the case of a non-European driving license, you have one year to convert it).

There are however rules to be respected:

  • If you are resident in England and you are 68 years old you can drive with your license for three years before having to apply for an English license;
  • Starting from 70 years of age you will have to convert your driving license into an English one.
  • If you have a driving license for buses or coaches, called Driver Certificate of Professional Competence (CPC), you have the obligation to convert your driving license – information you must know if you want to drive buses, coaches, trucks or vehicles specials in the United Kingdom (read on special licenses paragraph below).

How to convert driving license A and B (cars and motorbikes)

The license exchange process is very quick: just fill in and send the D1 form, the driving license form, which you will find on the DVLA website, together with your driving license and an identity document (original only), and make a payment of £ 43. You will receive your new English driving license within three weeks of submitting the application, which can be made online or by going to a post office (note: you will not receive your own driving license back). This information applies to holders of driving licenses for cars and motorbikes.

How to convert special licenses

To drive buses, like the famous double deckers, you will need to send additional forms, the D2 and D4, and undergo medical examinations. Exchanging your driving license in this case is mandatory, and to drive buses and trucks in England you will need to have the CPC, the Driver’s Certificate of Professional Competence, which you will receive after passing four exams. You will have to renew your driving license every five years up to 65 years, and undergo 35 hours of practice. From the age of 66 you will have to renew your license every year.

When are you requested to exchange your special license?

  • You are under 45: You can drive in the UK with your driving license up to the age of 45. Once you reach 45 you must exchange your driving license. The exchange fee in 2020 is £ 43. You must complete the D2 form and inform the DVLA within 12 months from the date you became a resident.
  • Your age is between 45 and 66: You can drive in the UK with your foreign driving license up to the age of 66. Once you are 66 you must exchange your driving license. The exchange fee in 2020 is £ 43. You must complete forms D2 and D4 (medical examination) and inform the DVLA within 12 months from the date on which you became a resident.
  • You are over 66: You must exchange your driving license. The exchange fee in 2020 is £ 43. In addition, you must complete forms D2 and D4 (medical examination).

All the above information is valid for Great Britain (i.e. England, Scotland and Wales). In Northern Ireland, instead of DVLA you will need to contact DVLNI (Driver Vehicle Licensing Northern Ireland).

Please note: If you obtained your driving license in one of the unlisted countries (called others) then you cannot convert your driving license into an English driving license and you can drive in the UK only for 12 months. After these 12 months, you will have to request a new license.

Although you do not have to convert your driving license (driving licenses A and B), it can be convenient to have an English licence: insurance is often much cheaper for holders of an English driving license.

How to get your first driving license?

Are you 16 years old and want to start driving the car? Then you can request the provisional driving licence. Only when you are finally 18 years old can you start the procedures to obtain your driving license: step by step guide to obtain a driving license.

HOW DO RULES CHANGE AFTER BREXIT FOR DRIVES?

Do I need a car insurance?

It is mandatory to have a car insurance to drive a vehicle in the UK even if you are staying for a short period (you do not need to make a separate insurance if you decide to rent a car as the rent already includes basic insurance).

There are 3 types of insurance:

  1. Third party cover: this is the basic insurance which covers damage to the car of the other driver but not to your vehicle.
  2. Third party, fire and theft: very similar to the first option, this adds a higher degree of protection.
  3. Comprehensive cover: covers damage to both drivers so it will be more expensive (even the most recommended).

If you are bringing your car from your country and want to drive in the UK, make sure you have valid insurance coverage. Your insurance agency should provide you with a certificate translated in English that confirms your level of protection.

In case you want to change your car insurance for an English one, the English insurance provider may ask you for an official document issued by your own insurance that confirms your degree of protection. In this case, proving that you have an insurance in your country, especially if you have not had an accident in recent years, will contribute to significantly lower prices.

During the registration process of your new insurance, you can select for how many years you have not committed accidents (No Claims Bonus).

If you decide to buy a new car in the UK then you will need to have an English insurance.

Another way to get better prices is to convert your license from your own to English. Insurances tend to offer much cheaper prices to anyone with an English driving license (remember that to convert your driving license you must have been a UK resident for at least 6 months)

CALCULATE THE INSURANCE PREMIUM OF YOUR VEHICLE

No, whether you are an English resident or are simply visiting Britain for a limited period, you can drive with your driving license up to the age of 70, obviously you will have to check the expiry of your license and possibly renew it.

Converting your license to GB costs £ 43.

Once all documents have been sent by DVLA you will receive the new license within approximately 3 weeks.

The required documents are: (to be sent to DVLA)

  • form D1 (download the form)
  • your driving license (yes exactly, you must send your driving license)
  • eventually two photographs (more information will be detailed in form D1)

In terms of convenience in itself, nothing changes. However, you may pay more for your insurance. In fact, British insurance is more than twice as expensive for non-English drivers

There is no insurance that can be considered the correct one. You can choose the car insurance according to your needs and costs

You can decide to use the English driving license or you can convert it back to a national driving license.

If you have lost your license, read this article and find out how.

If you have any questions regarding the Italian driving license or simply want to give us some suggestions, write in the comments section below.